Emergenza freddo: Caritas Bari, con il Comune e altre associazioni intensificate attività per senza dimora

In questi giorni il grande freddo sta colpendo in maniera intensa anche la costa adriatica pugliese. Per questo la Caritas diocesana di Bari, insieme al Comune e alle altre realtà sociali cittadine, ha intensificato gli interventi già attivi per il “Piano freddo”. Il nuovo centro di accoglienza “Don Vito Diana”, infatti, resterà aperto offrendo la disponibilità massima di 33 posti letto, in collaborazione con l’associazione Equanima per la distribuzione di abiti e coperte. Il responsabile della Caritas barese, don Vito Piccinonna, inoltre, ha invitato tutti a contribuire alle necessità dei meno fortunati attraverso la donazione di alimenti, vestiario e beni di prima necessità come latte a lunga conservazione, bicchieri di plastica, bagnoschiuma ma anche fazzolettini, sciarpe, cappelli e cappotti. Don Vito poi segnala la mancanza di copertura di alcuni dei turni notturni di marzo del dormitorio. Per questo, dalla struttura fanno sapere che si confida nel generoso servizio di tutti invitandoli a coinvolgere anche amici nell’offrire una notte come volontari presso il dormitorio. Intanto, oltre al servizio su strada garantito h24 dal Comune di Bari, saranno attivi quelli offerti dall’Unità di strada della Croce rossa italiana per la distribuzione di coperte e bevande calde (il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 21.30 alle 23.30), dalla onlus “Nikolaos prof. Nicola Damiani” con “Medici con il Camper” nella parrocchia Sant’Antonio (il lunedì, martedì e mercoledì dalle ore 19 alle 21.30) e dall’associazione “InConTra” con un presidio straordinario in piazza Balenzano, prima e dopo la consueta distribuzione dei pasti serali per distribuire bevande calde, coperte e abbigliamento alle persone senza dimora.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo