Elezioni 2018: Studio Iref, “dai programmi emerge la voglia di un governo forte”. Rossini (presidente Acli), “se politica non dà fiducia a società civile, allora rapporto va ridefinito”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

I programmi elettorali dei tre principali soggetti politici hanno forti accenti statalisti. Pd, Centro-destra e Movimento 5 Stelle aspirano a un governo forte. È quanto emerge da un dossier dell’Iref (Istituto ricerca e formazione) delle Acli, nel quale i programmi delle forze politiche sono analizzati attraverso dei quadrati semiotici che individuano la struttura sottostante alle proposte elettorali dei partiti tramite alcune dimensioni ricorrenti nel discorso elettorale. “Questa analisi – afferma Roberto Rossini, presidente nazionale delle Acli – ci dice quale direzione la politica sta prendendo dopo anni e anni in cui si è celebrato il mito della società civile”. “Il nuovo che avanza – chi più chi meno – fatica a ‘vedere’ i soggetti sociali. Anche nella formazione delle liste elettorali – continua Rossini – ci pare che qualcosa di simile sia avvenuto, con la società ridotta a qualche simbolo da presentare”. “Va preso atto che se questa è la direzione – conclude il presidente delle Acli – allora va ridefinito il rapporto con un mondo vivace e forte che in Italia, per fortuna, esiste”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo