Papa Francesco: ai consacrati, “non guardare lo schermo del cellulare più degli occhi del fratello”

“La vita frenetica di oggi induce a chiudere tante porte all’incontro, spesso per paura dell’altro”, ma “sempre aperte rimangono le porte dei centri commerciali e le connessioni di rete”. A fare notare il paradosso è stato il Papa, nell’omelia della Messa per la Giornata mondiale della vita consacrata. “Non sia così”, il monito rivolto ai religiosi che questo pomeriggio hanno affollato la basilica di San Pietro: “Il fratello e la sorella che Dio mi dà sono parte della mia storia, sono doni da custodire”. “Non accada di guardare lo schermo del cellulare più degli occhi del fratello, o di fissarci sui nostri programmi più che nel Signore”, l’appello di Francesco: “Perché quando si mettono al centro i progetti, le tecniche e le strutture, la vita consacrata smette di attrarre e non comunica più; non fiorisce perché dimentica le radici”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy