Papa ad Alessano e Molfetta: mons. Cornacchia (Molfetta), “analogia” tra la “Chiesa del grembiule” di don Tonino Bello e la “Chiesa in uscita” di Francesco

“C’è un’analogia tra il magistero di Papa Francesco e l’aspetto profetico del messaggio di don Tonino”. Ne è convinto mons. Domenico Cornacchia, vescovo di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, la diocesi di cui don Tonino Bello è stato vescovo dal 1982 e in cui è morto, il 20 aprile 1993. E proprio qui, dopo la tappa ad Alessano, sua città natale, il Papa si recherà in visita pastorale il 20 aprile, a 25 anni dalla morte del Servo di Dio, di cui è in corso la causa di beatificazione. “Papa Francesco invita spesso a dirigersi verso le periferie non solo geografiche ma anche esistenziali e umane”, sottolinea il vescovo commentando a caldo l’annuncio della prossima visita pastorale: “Don Tonino, con la sua ‘Chiesa del grembiule’, l’ha fatto”. Mons. Cornacchia rivela al Sir anche i retroscena dell’omaggio che Papa Francesco farà a don Tonino Bello. “Noi ci speravamo – rivela – dal momento in cui, durante l’ultima assemblea della Cei del maggio scorso, mi sono accostato a Papa Francesco e gli ho consegnato una busta che conteneva una lettera in cui gli si chiedeva di venire da noi per il 25° del ‘dies natalis’ di don Tonino Bello, nato e vissuto in Puglia come sacerdote e come vescovo. L’attesa è durata quasi nove mesi, e riempie il nostro cuore di gioia da tutti i pori”. “Vivo in questa casa dove lui ha vissuto, l’ho conosciuto molto bene”, racconta il vescovo: “Per me la visita del Papa è un riconoscimento a una Chiesa sempre in prima linea, che ha sposato il magistero di Papa Francesco e la Chiesa del Concilio, l”ad gentes'”. “I maestri dello spirito – come don Tonino, santa Teresina, San Francesco d’Assisi – ci hanno insegnato non a fare cose straordinarie, ma a vivere le cose ordinarie in modo straordinario”, commenta Cornacchia a proposito dell’eredità del Servo di Dio sul suo territorio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy