Papa ad Alessano e Molfetta: mons. Angiuli (Ugento), “un grande desiderio di tutto il Salento”

“Il Papa viene incontro a un grande desiderio di tutto il Salento”. È il commento a caldo rilasciato al Sir da mons. Vito Angiuli, vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca, che oggi – in contemporanea con il bollettino diffuso dalla Sala Stampa della Santa Sede – ha dato l’annuncio ai suoi fedeli che Francesco si recherà il 20 aprile ad Alessano per sostare in preghiera presso la tomba del Servo di Dio don Tonino Bello, nato nella cittadina pugliese il 18 marzo 1935. “La data scelta dal Santo Padre è estremamente significativa”, commenta il vescovo, ricordando che proprio quel giorno ricorre il venticinquesimo anniversario della morte del Servo di Dio. Quella di Papa Francesco, dunque, non è “una visita di circostanza, ma la proposta di un modello”, osserva Angiuli: “Il Santo Padre viene a porre il sigillo della sua autorità riconoscendo nel Servo di Dio un testimone autentico del Vangelo e additando la sua persona e il suo messaggio come una fonte preziosa per la missione della Chiesa agli uomini e donne del nostro tempo”. “Per celebrare degnamente questa ricorrenza la nostra Chiesa di Ugento-S. Maria di Leuca si sta preparando con grande impegno”, sottolinea il vescovo: “In don Tonino, riconosciamo tutti che egli è stato un vescovo secondo il Concilio Vaticano II, interpretando e attuando gli insegnamenti conciliari, soprattutto quello di porre un’attenzione privilegiata agli ultimi e ai poveri, con uno stile di fraternità e con gesti profetici che invitavano alla pace e alla non violenza”. “Innamorato di Cristo” – fa notare Angiuli mettendo in evidenza un altro tratto di “convergenza tra il magistero di Papa Francesco e l’insegnamento e la testimonianza che don Tonino ci ha lasciato” – “ha proposto a tutti, giovani e adulti, credenti e non credenti, intellettuali e persone semplici la gioia del Vangelo: la gioia di servire ogni persona con gratuità e tenerezza. Ha così testimoniato la bellezza di una ‘Chiesa in uscita’, aperta al mondo e in dialogo sincero con tutti, pronta a camminare e a collaborare con tutti gli uomini di buona volontà per la pace, la giustizia e la salvaguardia del creato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy