Otto marzo: Pax Christi invita a valorizzare l’impegno delle donne

C’è molto che “si può fare per onorare le donne che lavorano per la pace e per celebrare la Giornata internazionale della donna”: guardando all’8 marzo, il segretario generale del movimento internazionale Pax Christi, Greet Vanaerschot, oggi ha lanciato un’iniziativa per mettere in rilievo il lavoro delle donne per la pace. L’invito è molteplice: per chi è a Roma o ne avrà la possibilità, potrà partecipare all’evento “Why Women Matter” incentrato sul ruolo delle donne nella Chiesa, sotto il patrocino di “Voci della fede” l’8 marzo. Sarà possibile seguire l’evento che si svolgerà in Vaticano, anche in streaming. Una seconda iniziativa va nel senso di “incoraggiare gli sforzi di Papa Francesco a favore della pace nel nostro mondo”, inviando cartoline virtuali con un messaggio di ringraziamento “per la sua costante e forte condanna delle armi nucleari e del feroce commercio di armi”. I nomi e le note personali che accompagneranno le “cartoline” saranno consegnate l’8 marzo. Queste iniziative si collocano nel solco di una testimonianza che Pax Christi porta avanti di una “forte presenza e instancabile impegno” delle donne per la pace, come riflesso anche nella leadership del movimento che “fin dall’inizio è stata pienamente inclusiva” e nel suo sforzo di “promuovere la visibilità di questa eredità e di incorporare consapevolmente la testimonianza e la saggezza delle donne nella nostra agenda di pace ad ogni livello”, scrive Vanaerschot.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy