Associazioni: Meic, al via a Roma il convegno nazionale dei presidenti sul tema “La grazia suppone la cultura”

“La grazia suppone la cultura”: è questa citazione di Evangelii gaudium a guidare il convegno nazionale dei presidenti e dei responsabili del Meic, al via a Roma da oggi fino a domenica 4 febbraio. “Il tema è quello della carità intellettuale, della dimensione culturale dell’annuncio del Vangelo”, spiega il presidente nazionale Beppe Elia. “Come spiega bene Papa Francesco nella citazione che abbiamo scelto come titolo del nostro convegno, la cultura è al servizio della grazia, che se ne serve e la rende strumento di salvezza. Il lavoro culturale, in particolare il dialogo, è in qualche misura una via con cui l’uomo cammina verso la propria umanità, ed è anche a tutti gli effetti un preparare la strada al Signore che viene. Il Meic vuole approfondire questo aspetto per qualificare sempre di più la propria vocazione al servizio del Vangelo nella Chiesa e nella società”. Questo pomeriggio ad aprire i lavori saranno il liturgista Crispino Valenziano, uno dei massimi esperti mondiali di arte sacra, e Agnese Moro, figlia di Aldo, da sempre impegnata sui temi della cittadinanza e della lotta all’esclusione. I due relatori parleranno rispettivamente di teologia della cultura e di carità intellettuale oggi. La giornata di domani sarà invece incentrata su alcuni ambiti tematici particolarmente delicati per la vita del Movimento. La teologa Stella Morra introdurrà i lavori parlando di sfide e prospettive per il futuro delle associazioni ecclesiali. Il convegno proseguirà fino a domenica affrontando la questione della proposta culturale del Meic, dei giovani e dei nuovi gruppi, del loro ruolo nella Chiesa locale e nella regione, del finanziamento delle realtà locali, della loro vita spirituale e del ruolo della comunicazione. Le conclusioni saranno affidate al presidente Elia. I lavori saranno trasmessi in diretta streaming sulla pagina Facebook del Meic.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy