Emergenze: Eit Digital/Politecnico Milano, “Smart safety in Smart cities” per allertare in pochi minuti i cittadini

Avvisare in tempi rapidi i cittadini in caso di calamità naturali o situazioni di crisi create dall’uomo (come gli attacchi terroristici) è una priorità per governi e amministrazioni locali. Poiché non sempre le emergenze vengono prese in carico in modo veloce ed efficiente, scende in campo Eit Digital (European Institute of Innovation and technology) sviluppando “Smart safety in Smart cities” (Ssisc), un sistema per raccogliere dati da molteplici fonti, correlarli, definire il livello di rischio ed avvisare velocemente le forze di sicurezza e/o i cittadini nel caso di situazioni di crisi come un disastro naturale o un attacco terroristico. Tra i partner coinvolti in questa “innovation activity” il Politecnico di Milano. Se in media ci vogliono 72 minuti per avvisare 100mila persone, con Ssisc, ci vogliono solo 11 minuti. Questo perché Alert system è in grado di utilizzare molteplici canali: voce, testo, email, notifiche dell’app, post, firma digitale, streaming Internet, social media. Il sistema può gestire i feedback e le richieste di aiuto, grazie all’integrazione con Bt Cloud contact (una piattaforma che consente ad ogni persona dell’Emergency response team di diventare un “agente” del centro informazioni, ovunque e con qualsiasi dispositivo). La piattaforma integra sensori, open data, e algoritmi, grazie ai quali riesce rapidamente a identificare e valutare un rischio per poi, ove necessario, avvisare le forze di sicurezza e la popolazione. Nel 2017 il progetto è stato rivolto soprattutto all’Italia e il servizio è stato lanciato in una trentina di città tra cui Firenze, Parma e La Spezia alle quali Milano potrebbe aggiungersi a breve.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy