Diocesi: Grosseto, da metà febbraio due corsi per “mettersi in gioco” nel mercato del lavoro

Partirà da metà febbraio a Grosseto il progetto “Mettersi in gioco”, nato alla luce della 48ª Settimana sociale che si è svolta a fine ottobre a Cagliari. Dai quattro delegati della diocesi che hanno partecipato a quell’appuntamento, assieme all’Ufficio diocesano per la pastorale sociale e del lavoro, è stato definito un corso di formazione sull’orientamento al lavoro e uno sul fare impresa, che insieme compongono il progetto, presentato in città questa mattina. Dal punto di vista didattico sono previste, in entrambi i corsi, lezioni frontali e interattive, che alternano test individuali, lavori di gruppo, laboratori, giochi d’aula, spezzoni di film e di cortometraggi “in modo da coinvolgere i partecipanti al corso e condividere con loro buone prassi”, spiega Francesco Gentili, tra i quattro delegati diocesani a Cagliari. Per il corso sul fare impresa, le modalità didattiche prevedono anche la stesura di un business plan per verificare la fattibilità dell’idea imprenditoriale e le testimonianze di imprenditori che si sono affermati in vari campi produttivi. Entrambi i corsi dureranno 30 ore, in 10 incontri. L’iniziativa sulla formazione e l’orientamento al lavoro partirà il 15 febbraio e continuerà fino al 19 marzo. Quello sul “fare impresa” dal 16 febbraio al 20 marzo. Entrambi i corsi si terranno a Grosseto, negli spazi della Fondazione Chelli e dell’agenzia formativa “L’Altra Città”, coinvolgendo in ciascuno non più di 15 persone.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy