Diocesi: Baccetti (Pastorale sociale Grosseto), “offriamo uno strumento in più per giovani e disoccupati”

“Offrire al territorio, da parte della Chiesa di Grosseto, uno strumento concreto e il più possibile ben fatto, per preparare i giovani e coloro che in questo momento non sono inseriti nel mercato del lavoro, a individuare nuove strade, realmente percorribili, per mettersi o rimettersi in gioco”. Gabriele Baccetti, direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale sociale e del lavoro, ha presentato così questa mattina il progetto “Mettersi in gioco”, che partirà nei prossimi giorni in città. “Ci rendiamo conto che si tratta di un progetto ambizioso, ma ci crediamo fermamente, convinti, anche nel confronto col vescovo, che la Chiesa in uscita è anche quella che si mette in gioco e si misura con problematiche concrete, come quella del lavoro”. L’obiettivo indicato è quello di “contribuire a riconsiderarlo come l’ambito della vita in cui non solo realizziamo noi stessi, ma anche contribuiamo fattivamente all’opera creatrice di Dio. Questo progetto vuole essere una piccola risposta al territorio e, insieme, un gesto di evangelizzazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy