Cristiani perseguitati: Acs, 24 febbraio Roma, Mosul e Aleppo illuminate di rosso

Roma 29-4-2016 Aiuto alla chiesa che soffre Fontana di Trevi si tinge di rosso Ph: Cristian Gennari

Sabato 24 febbraio Aiuto alla Chiesa che Soffre (Acs) illuminerà di rosso “un importante monumento” a Roma e in contemporanea “due luoghi simbolo” del martirio ad Aleppo in Siria e a Mosul in Iraq. L’evento vedrà la partecipazione dei più alti rappresentanti della Chiesa cattolica e delle istituzioni italiane ed europee, e inedite testimonianze di persecuzione raccontate in prima persona dai protagonisti. Il programma dell’iniziativa sarà illustrato in anteprima alla stampa mercoledì 7 febbraio alle ore 12 presso la sede di Acs-Italia (Piazza San Calisto 16). Alla conferenza stampa interverranno Louis Raphael I Sako, patriarca della Chiesa caldea, padre Firas Lutfi, francescano della Custodia di Terra Santa e viceparroco della chiesa di San Francesco ad Aleppo, Alfredo Mantovano, presidente di Acs-Italia, e Alessandro Monteduro, direttore Acs-Italia. Da tempo ormai la fondazione pontificia “tinge del rosso del sangue dei martiri i monumenti più importanti del mondo per accendere i riflettori internazionali sulla persecuzione in odio alla fede: un dramma sconosciuto ai più e spesso ignorato dai mezzi di informazione. Eventi spettacolari che mostrano solidarietà alle minoranze religiose perseguitate” si legge in una nota di Acs. Nell’aprile 2016 Acs ha illuminato di rosso Fontana di Trevi, poi seguita dal Parlamento e dalla cattedrale di Westminster a Londra, dal Cristo Redentor a Rio de Janeiro, dalla Basilica del Sacro Cuore nel quartiere Montmartre a Parigi e infine dalla cattedrale di Manila.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy