Avvenire: la prima pagina di domani 3 febbraio. Programma del Pd, polemica vaccini, braccialetti di Amazon

“Avvenire” apre la sua prima pagina con la campagna elettorale, segnata in particolare dalla presentazione del programma del Partito democratico, che include un aumento degli sgravi per i figli fino a 18 anni. E caratterizzata anche dalla nuova polemica sui vaccini, alimentata dalla volontà della sindaca di Roma Raggi di non allontanare da materne e asili nido i bambini senza copertua, M5S e Lega criticano di nuovo l’obbligo di legge, difeso dal ministro Lorenzin. Continua anche il dibattito sull’idea del colosso dell’e-commerce Amazon di fornire speciali braccialetti ai propri dipendenti per controllarli e aumentarne la produttività: un coro di no da tutte le forze politiche. A centro pagina, una foto che unisce tre importanti figure del cattolicesimo italiano cui il Papa porterà il suo omaggio in aprile e maggio: don Tonino Bello, don Zeno Saltini e Chiara Lubich. Un altro titolo importante è per la nuova tragedia nel Mediterraneo: un’ìmbarcazione di migranti si è rovesciata al largo della Libia, almeno 90 persone, in prevalenza provenienti dal Pakistan, sono disperse. Un ampio richiamo per il progetto che vede la Cei protagonista, insieme con istituzioni e Libera, per salvare dalla ‘ndrangheta i giovani calabresi. L’editoriale è a firma di Stefania Falasca: “‘Che anche io prenda l’esempio di questo bravo prete!’. Sono le parole con le quali papa Francesco aveva concluso lo scorso giugno a Barbiana il suo pellegrinaggio alla tomba don Lorenzo Milani, non senza rimarcare che la sua visita aveva il significato di rendere soprattutto omaggio alla memoria di un prete ‘che ha testimoniato come nel dono di sé a Cristo si incontrano i fratelli nelle loro necessità e li si serve con la stessa donazione di sé che Gesù ci ha mostrato’. Un riconoscimento che poco prima lo aveva portato sulla tomba di un altro sacerdote ‘scomodo, a volte incompreso, perché profetico’, don Primo Mazzolari, una traccia luminosa perché per quanto scomoda ‘parroci come lui, quando sono i volti di un clero non clericale – aveva detto il Papa –, sono la forza della Chiesa in Italia’. Ora il pellegrinaggio papale alla memoria di sacerdoti della nostra Chiesa non clericale prosegue, e la strada che da don Milani porta a don Zeno Saltini e da don Mazzolari a don Tonino Bello è breve”. Un altro commento è affidato al neurologo e storico della medicina, Vittorio A. Sironi, sul tema dei vaccini: “Giocare con la salute delle persone è immorale. Ancora più grave se si tratta di quella dei nostri bambini. È sconcertante che si possa oggi mettere in dubbio la necessità di arrivare a una immediata ed estesa copertura vaccinale della popolazione infantile per la tutela della salute individuale e collettiva. Non resta più tempo. Non ci si rende conto che il ritardo accumulato in questi ultimi decenni deve essere colmato rapidamente. Non bastano i quasi cinquemila casi di morbillo (4.991 per l’esattezza) registrati in Italia nello scorso anno, con quattro decessi, per farci capire come ogni ritardo nel produrre un’adeguata immunità della popolazione a rischio rappresenti un autentico pericolo per l’incolumità pubblica?”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy