Sinodo giovani: card. Baldisseri (segretario), “221mila partecipanti al questionario on line”, ma le risposte “stanno ancora arrivando”

I partecipanti al Questionario “on line” in preparazione al Sinodo dei vescovi sono stati circa 221mila. A rendere noto il dato è stato il card. Lorenzo Baldisseri, segretario della Segreteria generale del Sinodo dei vescovi, durante la conferenza stampa di presentazione, in sala stampa vaticana, della riunione pre-sinodale in programma dal 19 al 24 marzo. “Di questi – ha proseguito il cardinale snocciolando i dati – 100.500 sono coloro che hanno risposto a tutte le domande: 58.000 ragazze e 42.500 ragazzi. Quasi 51.000 partecipanti, che corrispondono al 50,6% dei Questionari completati, sono ragazzi compresi fra i 16 e i 19 anni, a dimostrazione che proprio i più giovani si sono dimostrati maggiormente sensibili all’iniziativa. Il continente più rappresentato è l’Europa, con il 56,4%, seguono l’America Centro-Meridionale con il 19,8% e l’Africa con il 18,1%. Tra i partecipanti che hanno completato il Questionario, il 73,9% si dichiarano cattolici che considerano importante la religione, mentre i restanti sono cattolici che non considerano importante la religione (8,8%), non cattolici che considerano importante la religione (6,1%) e non cattolici che non considerano importante la religione (11,1%)”. “Non si tratta di un evento isolato, ma di una tappa del cammino di preparazione al Sinodo del prossimo ottobre”, ha precisato Baldisseri a proposito dell’appuntamento di marzo: “Un cammino avviato, dopo l’indizione della XV Assemblea generale ordinaria il 6 ottobre 2016, con la pubblicazione del Documento preparatorio e del relativo Questionario il 13 gennaio 2017”. “In questo periodo, moltissime realtà ecclesiali – Conferenze episcopali, diocesi, associazioni e movimenti – si sono attivate con iniziative di vario tipo, che hanno in qualche modo anticipato a livello locale ciò che sarà la riunione pre-sinodale”, ha ricordato il cardinale, menzionando tra gli altri eventi il Simposio promosso dal Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa a
Barcellona nel marzo 2017 e ricordando l’incontro dei giovani italiani con Papa Francesco, in programma ad agosto. “Le risposte al Questionario contenuto nel Documento preparatorio hanno impegnato nel corso dell’ultimo anno tutte le Chiese particolari e numerose realtà ecclesiali, come scuole e università, associazioni e movimenti laicali”, ha riferito Baldisseri: “Tutti questi contributi, raccolti e sintetizzati a cura delle Conferenze episcopali e dei Sinodi delle Chiese Orientali, sono arrivati e ancora stanno arrivando a Roma, sommandosi alle risposte dei Dicasteri vaticani e alle osservazioni liberamente pervenute da gruppi e singoli, in gran parte giovani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia