Notizie Sir del giorno: Papa su Quaresima, bilancio Ue, pace, Bibbie per detenuti, giovani imprenditori Mezzogiorno, aggressione Foggia

Papa Francesco: mercoledì delle Ceneri, “fermati, guarda e ritorna”. No all’“obbligo di vivere in modo accelerato”

“Fermati, guarda e ritorna”: “Tre parole” per “riscaldare il cuore del credente”, in un tempo come la Quaresima “prezioso per smascherare” le “tentazioni”. Ad offrirle, sotto forma di meditazione, è stato il Papa all’Aventino, nella messa per l’imposizione delle Ceneri celebrata questo pomeriggio a Santa Sabina. “Fermati un poco, lascia questa agitazione e questo correre senza senso che riempie l’anima dell’amarezza di sentire che non si arriva mai da nessuna parte”, il primo imperativo per ciascuno di noi: “Fermati, lascia questo obbligo di vivere in modo accelerato, che disperde, divide e finisce per distruggere il tempo della famiglia, il tempo dell’amicizia, il tempo dei figli, il tempo dei nonni, il tempo della gratuità… il tempo di Dio. Fermati un poco davanti alla necessità di apparire ed essere visto da tutti, di stare continuamente ‘in vetrina’, che fa dimenticare il valore dell’intimità e del raccoglimento”. (clicca qui)

Ue: bilancio pluriennale, le proposte della Commissione. “Difesa, sviluppo, coesione: ogni scelta necessita di finanziamenti”

(Bruxelles) “Nel discutere sul livello di ambizione dell’intervento dell’Ue in settori come la protezione delle frontiere esterne, il sostegno a una vera Unione europea della difesa, il rafforzamento della trasformazione digitale dell’Europa o l’aumento dell’efficienza delle politiche agricola e di coesione dell’Unione, è importante che i leader si accertino delle implicazioni concrete delle loro scelte in termini di finanziamenti a livello comunitario”. La sottolineatura viene dalla Commissione, e accompagna le proposte avanzate oggi in materia di Quadro finanziario pluriennale, che i leader dei Paesi Ue discuteranno durante il vertice informale di venerdì 23 febbraio. “È esattamente questo l’obiettivo che il contributo odierno della Commissione cerca di raggiungere quantificando l’impatto finanziario delle diverse scelte programmatiche possibili”. Non si tratta quindi delle proposte della Commissione sul Qfp, che giungeranno invece a inizio maggio, bensì “scenari delineati sulla base di idee presentate nel dibattito pubblico e finalizzati a orientare la riflessione, a stimolare la discussione e a fornire una solida base fattuale per operare le scelte importanti che ci si prospettano”. (clicca qui)

Giornata di preghiera e digiuno: Pax Christi International aderisce all’iniziativa del 23 febbraio per Congo e Sud Sudan

Pax Christi International risponde alla chiamata di Papa Francesco per una “speciale giornata di preghiera e digiuno per la pace nel mondo” di venerdì 23 febbraio. La giornata di preghiera è dedicata in particolare alle popolazioni di Repubblica democratica del Congo e Sud Sudan, spiega Greet Vanaerschot, segretario generale di Pax Christi International invitando tutti i membri, partner e sostenitori dell’organizzazione a unirsi a questa preghiera per la pace. Tra i “costruttori di pace” citati a modello da Pax Christi il vescovo Paride Taban, che il prossimo 16 maggio a Middlebourg riceverà il Freedom of Worship Award (premio per la libertà di culto) della Roosvelt Academy come riconoscimento del suo lungo e infaticabile impegno, fin dagli anni ’60, per la causa della libertà e della pace per il popolo del Sud Sudan. (clicca qui)

Belgio: Bruxelles, al via raccolta di Bibbie in tutte le lingue per i detenuti delle carceri cittadine

Bibbie dietro le sbarre: da oggi, mercoledì delle ceneri, la Chiesa di Bruxelles raccoglie Bibbie in tutte le lingue per le prigioni cittadine. “In carcere – spiega un comunicato – i detenuti chiedono di avere una Bibbia per saperne di più su Gesù. Come parte del percorso proposto dal cappellano cattolico, sia la preghiera sia la lettura della Bibbia sono centrali. I cappellani delle carceri di Bruxelles continuano a cercare modi creativi per raggiungere le persone dietro le sbarre nella loro lingua materna, attraverso la Bibbia”. Per sostenere il servizio svolto dalle cappellanie carcerarie con un’azione di raccolta delle Bibbie, il vicariato di Bruxelles invita i fedeli ad offrire una o più Bibbie in quante più lingue possibile. Nelle chiese o in altri luoghi di ritrovo verrà allestita un’apposita “Boîte à Bible” dove depositare i volumi da donare. (clicca qui)

Mezzogiorno: De Vincenti (ministro Coesione territoriale), “obiettivo è creare 100mila giovani imprenditori in tre anni”

“L’obiettivo che ci siamo posti è quello di creare 100mila giovani imprenditori in tre anni”. Lo ha detto il ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, in occasione della firma del protocollo tra l’Anci e Invitalia, oggi pomeriggio, a Palazzo Chigi, a Roma. Un accordo che punta a sostenere la nascita di nuove imprese innovative promosse da giovani e donne, soprattutto nelle regioni del Mezzogiorno, attraverso il programma “Resto al Sud”. “In meno di un mese dall’apertura della piattaforma informatica di Invitalia abbiamo 5.600 domande in compilazione – ha annunciato il ministro –. È una misura che non ha un click day. Si rivolge a giovani che vogliono presentare i loro progetti”. (clicca qui)

Aggressione vicepreside Foggia: mons. Pelvi (arcivescovo), “gesto non offuschi quanto di buono avviene nelle scuole della città. Genitori abbiano fiducia negli insegnanti”

“Quanto accaduto non deve offuscare quanto di buono e di bello viene quotidianamente fatto in tutte le scuole di Foggia da tantissimi docenti. Foggia vanta un sistema scolastico fecondo dove si lavora molto e dove opera un’umanità ricca e creativa”. Lo ha detto al Sir l’arcivescovo di Foggia-Bovino, mons. Vincenzo Pelvi, commentando l’aggressione, sabato scorso, a Pasquale Diana, vicepreside della scuola secondaria di I grado “L. Murialdo”, da parte del genitore di un alunno di prima media. “L’episodio ha coinvolto un professore molto impegnato – afferma l’arcivescovo –. L’ho chiamato per esprimergli vicinanza, affetto e solidarietà. L’ho sentito molto sereno e soprattutto dispiaciuto per un fatto che ora rischia di vanificare il lavoro di tanti docenti – che sono anche genitori – che quotidianamente ci mettono la faccia, come diceva don Bosco. Si tratta di gente appassionata, innamorata del proprio lavoro che si prodigano in progetti e iniziative” (clicca qui)

Quaresima: Padova, torna “Un attimo di pace”. Meditazioni quotidiane trasmesse anche su InBlu Radio e Telepace

Con l’inizio della Quaresima da oggi, mercoledì 14 febbraio, torna “Un attimo di pace”, proposta di spiritualità non convenzionale coordinata dall’Ufficio per le Comunicazioni sociali della diocesi di Padova, nata da un’intuizione del vescovo emerito, mons. Antonio Mattiazzo. Cuore dell’iniziativa sono le meditazioni quotidiane, diffuse anche tramite InBlu Radio e Telepace. L’iniziativa avrà anche una finestra nel sito del Ufficio nazionale per le Comunicazioni sociali della Cei. Il tema di questa edizione, “Va’ prima a riconciliarti con tuo fratello!”, sarà arricchito da meditazioni di padre Ermes Ronchi sul tema della fraternità e dai filmati domenicali registrati da don Luigi Verdi, responsabile della Fraternità di Romena. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo