Televisione: presentati i due nuovi episodi di “Montalbano”, in onda il 12 e 19 febbraio. Andreatta (Rai Fiction), “Un’immagine positiva, come uomo e come poliziotto”

Foto di Duccio Giordano

Si è tenuta questa mattina, giovedì 1° febbraio, la conferenza stampa dei nuovi episodi del “Commissario Montalbano” – “La giostra degli scambi” e “Amore” –, che andranno in onda su Rai Uno in prima tv il 12 e il 19 febbraio. Una produzione sempre Palomar di Carlo Degli Esposti con Rai Fiction. Presente nella sede Rai di viale Mazzini tutto il cast artistico e la produzione, insieme ai vertici Rai Angelo Teodoli (Direttore Rai Uno) ed Eleonora Andreatta (Direttore di Rai Fiction).
“Siamo arrivati a 32 episodi, 32 film, nel corso di questi 20 anni” – dichiara la Andreatta – “Possiamo dire che con ‘Il commissario Montalbano’ è nata Rai Fiction. Montalbano indica la qualità delle nostre produzioni, l’evoluzione compiuta in questi due decenni. Una serie di film che abbiamo esportato in più di 60 Paesi nel mondo”. Il commissario di Vigata “è un’immagine positiva, come uomo e come poliziotto: insegue la verità e si spende per dare giustizia ai morti”.
Il direttore di Rai Fiction conclude, poi, il suo intervento entrando nello specifico dei due nuovi episodi: “Due racconti stupefacenti: il primo, l’adattamento da un romanzo di Camilleri, per il meccanismo complesso delle indagini, su due linee investigative diverse; il secondo, che è stato ricavato da due racconti, mette al centro l’amore, nelle sue diverse declinazioni”.
E il papà televisivo di Montalbano, Carlo Degli Esposti, ha sottolineato: “Sono praticamente 20 anni, dal 1999… Cosa posso dire di più? Mi colpisce ancora la catena di stima e affetti che ruota attorno a Montalbano: da Elvira Sellerio – che mi disse ‘devi leggere questi romanzi, subito!’ – all’incontro con Andrea Camilleri, passando poi per il regista Alberto Sironi e l’interprete Luca Zingaretti. Una catena che ci conduce fino alle new entry di questa stagione, Fabrizio Bentivoglio, Fabrizio Ferracane e Stella Egitto. Ora sto pensando a come rendere ‘eterno’ Montalbano… Lo so, può sembrare un po’ megalomane”.

(Sergio Perugini)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo