Diocesi: Vigevano, sabato la beatificazione di Olivelli. Domani sera veglia dell’Azione Cattolica

(da Vigevano) La diocesi di Vigevano vivrà sabato 3 febbraio il rito di beatificazione del venerabile Teresio Olivelli, martire ucciso nel 1945 nel campo di concentramento di Hesbruck, in Baviera. La cerimonia si svolgerà alle 10.30 nel palasport di Vigevano e sarà presieduta dal card. Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le cause dei santi. Concelebreranno l’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, il vescovo di Vigevano. mons. Maurizio Gervasoni, l’ordinario militare, mons. Santo Marcianò, l’arcivescovo di Bamberga, mons. Ludwig Schick, titolare dell’arcidiocesi nel cui territorio sorgeva il lager in cui Olivelli perse la vita, il vescovo di Carpi, mons. Francesco Cavina, alla cui diocesi apparteneva il beato Odoardo Focherini, che con Olivelli condivise la prigionia, e altri vescovi, sacerdoti e cappellani degli alpini. L’evento è stato preceduto dall’elevazione spirituale del venerabile, lo scorso 27 gennaio a Mortara, e vedrà un momento preparatorio nella veglia di preghiera a cura dell’Azione Cattolica e presieduta da mons. Gervasoni, in programma venerdì 2 febbraio, alle 21, nella chiesa di san Pietro Martire a Vigevano. Domenica 4, alle 10.30, il vescovo Gervasoni celebrerà la messa di ringraziamento in duomo. Olivelli, che sin dalla giovinezza diede esempio di carità cristiana, manifestò le sue virtù in modo eroico anche durante la campagna di Russia, a cui partecipò da volontario, e durante la detenzione a Hersbruck, prendendosi cura a livello fisico e spirituale degli altri internati, fino al sacrificio della vita per difendere un prigioniero da un pestaggio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo