50° Comunità Sant’Egidio: Hilarion (Patriarcato di Mosca), “la nostra una collaborazione che ha dato tanti buoni frutti”

Il metropolita Hilarion con Andrea Riccardi

“La Comunità nell’arco di mezzo secolo è diventata un ampio movimento di laici che ha riunito migliaia di fedeli in Italia, in altri paesi europei e in tutto il mondo. Come il granello di senape della parabola evangelica, è diventata un bellissimo albero, fra i cui rami si annidano tanti bisognosi”. Lo ha scritto il metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, in una lettera che ha inviato ad Andrea Riccardi e alla Comunità di Sant’Egidio per il 50° anniversario dalla fondazione. Hilarion ha ricordato come “da molti anni la Comunità di Sant’Egidio sta sviluppando i rapporti di proficua collaborazione con la Chiesa ortodossa russa”. “Questa collaborazione riguarda, innanzitutto, campi come il servizio caritativo cristiano e la protezione dei valori tradizionali nella società di oggi. Una delle priorità per la Comunità è sempre stata la pacificazione – ha sottolineato nella lettera -. Grazie agli sforzi del movimento è stato possibile raggiungere la pace in Mozambico dopo tanti anni di guerra civile”. Nelle parole del rappresentante del Patriarcato, il ricordo dell’incontro interreligioso di preghiera per la pace. “Ogni anno il Patriarcato di Mosca manda una delegazione rappresentativa a questo incontro. La collaborazione tra la Comunità di Sant’Egidio e il Patriarcato di Mosca ha dato tanti buoni frutti sia nell’ambito del dialogo ortodosso-cattolico sia in vari campi della testimonianza degli ideali evangelici alla società contemporanea”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo