Vescovi Marche: la formazione permanente del clero al centro dell’ultima riunione

(Loreto) “Come sta cambiando e come cambierà la vita dei presbiteri nelle diocesi marchigiane nel contesto di una conversione pastorale in senso missionario?”. Sulla base di questa domanda, posta da mons. Nazzareno Marconi, vescovo di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia, si è svolta, a Loreto, la consueta riunione della Conferenza episcopale marchigiana, con l’intento di formulare una proposta articolata di formazione permanente del clero a livello regionale: l’obiettivo, spiegano i vescovi delle Marche, è quello di aiutare i sacerdoti e i religiosi “a leggere i segni di speranza che sono nell’odierna società in profonda trasformazione culturale, sociale e spirituale, valorizzando le ‘buone pratiche’ già in atto a livello delle tre metropolie – Pesaro, Ancona e Fermo -, per poi giungere a un dialogo e incontri dei presbiteri regionali”. Nel corso dell’incontro, tenuto il 5 dicembre, è stato poi comunicato che l’arcivescovo di Camerino, mons. Francesco Massara, è stato nominato membro della Commissione episcopale per il Pontificio Seminario Regionale Marchigiano “Pio XI”, con la delega per l’economia. L’arcivescovo di Ancona, mons. Angelo Spina, ha inoltre informato la Cem circa il progetto relativo agli itinerari francescani nella terra dei fioretti: al riguardo verrà costituito un gruppo di lavoro per valutare l’iniziativa, con il coordinamento affidato allo stesso monsignor Spina.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia