Tv2000: Porfiri (ad), con “Scarp de’ tenis gli ultimi al primo posto”. Morgante (direttore), “diamo voce gli invisibili, in punta di piedi”

“Il progetto di Scarp de’ tenis ci ha convinti da subito. È stato per noi naturale aprire le porte a un’iniziativa che ha come protagonisti gli ultimi della società. Per noi è un investimento a rendimenti garantiti perché abbiamo puntato sul valore delle persone capovolgendo il valore dei numeri”. Lo ha affermato questa mattina Massimo Porfiri, amministratore delegato di Tv2000, durante la presentazione a Milano di “Scarp de’ tenis – Incontri sulla strada”, la trasmissione che dall’11 al 14 dicembre racconterà grazie a Giacomo Poretti i luoghi simbolo del buon cuore milanese e le storie di chi li frequenta. “Gli ultimi al primo posto, senza pregiudizi, senza filtri”, ha proseguito Porfiri, secondo cui, “entrare nelle case degli italiani con un programma del genere assume un significato che va oltre le logiche televisive. È un servizio alla società, alla Chiesa, alle famiglie, a quella moltitudine di gente che resta in silenzio, spesso per vergogna, e che a poco a poco finisce ai margini”.
Per Vincenzo Morgante, direttore di rete di Tv2000, “Scarp de’ tenis è uno di quei programmi che identifica Tv2000. Dare voce anche agli invisibili è ciò che costantemente proviamo a fare. Sempre con delicatezza e rispetto, direi in punta di piedi”. “E la comicità attenta, puntuale, leggera ma mai banale di Giacomo Poretti – ha aggiunto – fa da collante perfetto con persone dal passato difficile, a volte anche drammatico. “Abbiamo voluto condividere queste storie di vita con il grande pubblico. “Nel mondo della tv – ha spiegato – tutti prestano particolare attenzione allo share che per noi significa condivisione. E proprio questo vogliamo fare con Scarp de tenis: una condivisione profonda con quanti ci seguono. È questo che pensiamo ci distingua dalle altre tv”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa