Papa Francesco: udienza, saluta i redattori della sezione polacca della Radio Vaticana e gli sposi croati. “Affidiamoci alla Madonna”, l’invito per l’Immacolata

foto SIR/Marco Calvarese

Rivolgendosi ai pellegrini polacchi, presenti tra i 7mila in Aula Paolo VI, il Papa ha salutato in particolare i redattori della sezione polacca della Radio Vaticana, che in questi giorni festeggia l’80° anniversario della fondazione. “Vi ringrazio per il vostro servizio al Papa e alla Chiesa”, le parole di Francesco, che ha ricordato inoltre che domenica prossima, in Polonia, verrà celebrata la XIX Giornata di preghiera e di aiuto alla Chiesa dell’Est. “Con riconoscenza penso a tutti coloro che, con la preghiera e le opere concrete, sostengono le comunità ecclesiali dei Paesi vicini”, l’omaggio ai polacchi, che hanno risposto al Papa alzandosi in piedi per intonare un canto tradizionale. Rivolgendosi, poi, ai pellegrini croati, il Papa ha salutato in particolare le coppie di sposi della diocesi di Dubrovnik, accompagnate dal loro pastore, mons. Mate Uzinic. “Ieri avete rinnovato le promesse matrimoniali nella basilica di San Pietro, confessando che il Signore vi ha assistiti nelle vicende liete e tristi della vita”, ha ricordato Francesco: “Vi incoraggio a vivere l’amore coniugale, segno dell’amore tra Cristo e la Chiesa, approfondendo quotidianamente la mutua donazione di sé nei piccoli gesti. In questo tempo di Avvento, la Beata Vergine Maria sia per voi esempio di come accogliere il Signore e affidarsi a lui”. Salutando come di consueto, al termine dell’udienza, i fedeli di lingua italiana, il Papa ha ricordato la solennità dell’Immacolata Concezione, che celebreremo sabato prossimo. “Affidiamoci alla Madonna!”, l’esortazione: “Ella, come modello di fede e di obbedienza al Signore, ci aiuti a preparare i nostri cuori ad accogliere il Bambino Gesù nel suo Natale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa