Diocesi: Termoli-Larino, per la festa di san Basso i pescatori donano ceste di pesce fresco

Ceste di pesce fresco. Questo il dono che i pescatori di Termoli hanno offerto questa mattina durante l’offertorio della messa celebrata in cattedrale dal vescovo Gianfranco De Luca in occasione della festa di san Basso, patrono della città e della diocesi. I pescatori, così come le autorità civili e militari e i rappresentanti della marineria hanno rinnovato, tutti insieme, l’affidamento al santo protettore. “Siamo incamminati verso la vita – ha osservato mons. De Luca – e diretti verso un Dio di amore che si fa partecipe della nostra vita terrena e di quella che sarà la vita eterna. Un Dio che compatisce, si fa compagno della nostra esistenza e si fa quel pane per noi di cui possiamo nutrirci anche nella misura in cui viviamo la fraternità in comunione con gli altri. In questa occasione, quale la memoria liturgica di san Basso, il Signore ci aiuti a crescere in queste dimensioni con un invito forte a guardare il Figlio e a vivere secondo i suoi insegnamenti”.
Al termine della messa, i fedeli hanno raggiunto il piazzale del porto dove è stata deposta una corona di alloro al monumento dedicato alla “Gente di mare”. Dopo la preghiera del navigante, il momento di raccoglimento si è concluso con la benedizione del vescovo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa