Scuola: il 4 gennaio verranno depositate le 60mila firme raccolte per la legge popolare sull’insegnamento dell’educazione civica

“È un grande risultato collettivo: la prima spinta è arrivata dalla buona volontà dei sindaci e di tutti gli amministratori che si sono dati da fare; ma fondamentale è stato l’entusiasmo di categorie – editori dei giornali, professori, studenti, prima di tutto – e naturalmente dei cittadini che hanno fatto propria la campagna e hanno firmato da ogni angolo d’Italia”. Lo dice il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, annunciando che la proposta di legge dei sindaci per promuovere l’insegnamento di educazione civica, cittadinanza e costituzione nelle scuole per formare cittadini consapevoli, appoggiata dalla rete di associazioni #ASCUOLADIEROI, ha abbondantemente superato il numero minimo di firme necessarie arrivando a 60mila firme raccolte che verranno depositate il 4 gennaio. Rilevante il contributo di #ASCUOLADIEROI, una rete di 33 associazioni che lo scorso ottobre ha lanciato l’omonima campagna di comunicazione ideata dall’associazione di volontariato “Pensiero e azione” di Forlì per promuovere la raccolta firme. Ad oggi la rete è costituita fra gli altri da Acli Forlì-Cesena, AddioPizzo, Anpi Forlì-Cesena, Avvocato di strada, Avviso pubblico, Ass. Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, Azione cattolica Forlì-Cesena, Libera (Emilia Romagna e Palermo), Pensiero e azione di Forlì, Transparency International Italia, Uciim.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia