This content is available in English

Papa Francesco: Angelus, accende un cero per la pace nell'”amata Siria”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“L’Avvento è tempo di speranza. In questo momento vorrei fare mia la speranza di pace dei bambini della Siria, dell’amata Siria, martoriata da una guerra che dura ormai da otto anni”. Con queste parole il Papa ha aderito all’iniziativa di “Aiuto alla Chiesa che soffre” in favore della pace in Siria. “Accenderò ora un cero, insieme a tanti bambini che faranno lo stesso, bambini siriani e tanti fedeli nel mondo che oggi accendono le loro candele”, ha detto al termine dell’Angelus di ieri, al quale – secondo la Gendarmeria vaticana – hanno partecipato 20mila persone in Piazza San Pietro. “Questa fiamma di speranza e tante fiammelle di speranza disperdano le tenebre della guerra!”, l’appello: “Preghiamo e aiutiamo i cristiani a rimanere in Siria e in Medio Oriente come testimoni di misericordia, di perdono e di riconciliazione”. “La fiamma della speranza raggiunga anche tutti coloro che subiscono in questi giorni conflitti e tensioni in diverse altre parti del mondo, vicine e lontane”, ha proseguito Francesco: “La preghiera della Chiesa li aiuti a sentire la prossimità del Dio fedele e tocchi ogni coscienza per un impegno sincero a favore della pace. E che Dio, nostro Signore, perdoni coloro che fanno la guerra, coloro che fanno le armi per distruggersi e converta il loro cuore. Preghiamo per la pace nell’amata Siria”.

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo