Papa Francesco: a Rondine, “contribuite ad abbattere i muri più alti”

(Foto Vatican Media/SIR)

“Mi rallegro che abbiate scelto l’Enciclica Laudato si’ come testo fondamentale per la vostra scuola: in effetti, l’ecologia integrale offre la prospettiva perché l’umanità si concepisca come unica famiglia e consideri la Terra come casa comune”. È l’elogio del Papa ai membri dell’associazione Rondine-Cittadella della pace, ricevuti oggi in udienza per i 20 anni di attività. “È buona cosa che col vostro metodo vogliate raggiungere contemporaneamente i cittadini e i leader politici, i rappresentanti delle istituzioni nazionali e internazionali”, ha proseguito Francesco, secondo il quale “la pace è responsabilità di ciascuno. “Questo ventennale della vostra associazione rinnovi lo slancio per diffondere nel mondo la vostra semplice e forte testimonianza, il vostro metodo, la vostra voglia di cambiamento, che partendo dalle relazioni pervade ogni aspetto dalla vita”, l’auspicio del Papa: “Possiate contribuire ad abbattere i muri più alti, a costruire ponti e a spazzare via i confini invalicabili, retaggio di un mondo che sta finendo”. “Avete superato le barriere più dure, quelle interne a ciascuno di voi, dissolvendo l’inganno del nemico, e vi siete stupiti di voi stessi quando avete riaperto i confini bloccati dalle guerre”, ha detto Francesco rivolgendosi ai ragazzi: “Non perdete mai lo stupore e l’umiltà. Custodite la fiducia che avete maturato tra voi e trasformatela in un compito generoso di servizio al bene comune”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo