Papa Francesco: a Rondine, “avete messo a punto un metodo capace di trasformare i conflitti”

(Foto Vatican Media/SIR)

“In questi vent’anni avete messo a punto un metodo capace di trasformare i conflitti, facendo uscire i giovani da questo inganno e riconsegnandoli ai loro popoli per un pieno sviluppo spirituale, morale, culturale e civile: giovani generosi che, incolpevoli, sono nati col peso dei fallimenti delle precedenti generazioni”. Così il Papa si è rivolto ai membri dell’Associazione Rondine-Cittadella della Pace, ricevuti oggi in udienza in occasione dei 20 anni della sua attività”. “Il vostro impegno educativo è ospitare giovani che, in varie parti del mondo, vivono bloccati in culture avvelenate dal dolore e dall’odio e offrire loro una sfida audace: verificare di persona se l’altro, colui o colei che sta al di là di un confine chiuso, di reticolati o muri invalicabili, sia davvero quello che tutti affermano: un nemico”, ha detto Francesco sintetizzando il carisma dell’associazione. “Quest’opera l’avete fondata su due grandi radici spirituali della vostra terra: san Francesco di Assisi, stimmatizzato a La Verna, e san Romualdo, fondatore di Camaldoli. Avete scelto bene!”, ha esclamato il Papa. “Anch’io quando ho scelto il nome di Francesco pensavo ai poveri e alla pace”, ha spiegato: “La povertà – in senso negativo – e la guerra sono collegate in un circolo vizioso che uccide le persone, alimenta sofferenze indicibili e sparge un odio che non si ferma. Scegliendo di dedicarvi ai giovani, voi vi impegnate anche a combattere la povertà e costruire la pace, come opera di giustizia e di amore. Un’azione che alimenta la speranza e pone la fiducia nell’uomo, soprattutto nei giovani”. Dopo aver salutato il presidente di Rondine, Franco Vaccari, e il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, “che fin dagli inizi ha sostenuto questa realtà sentendo in essa il ‘profumo’ del venerabile Giorgio La Pira”, e l’arcivescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, Riccardo Fontana, Francesco ha ricordato che La Pira scriveva che La Verna è “il trampolino di lancio per le imprese di pace”. “Su quel monte è custodito un mistero di dolore e di amore trasfigurante e voi, che avete elaborato il Metodo Rondine per la trasformazione creativa dei conflitti, lassù ricevete continua ispirazione per progredire a servizio del bene comune”, l’omaggio del Papa: “E così avete il privilegio di cogliere dei germogli di una fioritura di pace per tutta l’umanità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo