Ambiente: Bertrand (fotografo e ambientalista), “c’è bisogno di una rivoluzione spirituale”

“Oggi c’è bisogno di una rivoluzione ma non ci sarà una rivoluzione politica, non sarà nemmeno una rivoluzione scientifica, perché nessuno è in grado di rimpiazzare i 95 milioni di barili di petrolio che consumiamo ogni giorno con dei pannelli solari o l’eolico, anche se abbiamo bisogno di queste energie alternative”. Lo dice al Sir Yann Arthus-Bertrand, fotografo e ambientalista francese, che ha curato le fotografie dell’edizione illustrata della “Laudato si'” (ed. Rizzoli-Lev) da domani in libreria. “Oggi la parte di energia rinnovabile, se sottraiamo le dighe, è praticamente nulla – aggiunge -. Bisogna sapere che una rivoluzione scientifica non sarebbe in grado di salvarci dal riscaldamento climatico e non sarà nemmeno una rivoluzione economica a farlo perché l’economia ha un solo bisogno: credere nelle crescita infinita”. Partendo dalla consapevolezza che “la crescita illimitata non esiste in natura, è solo un’illusione che sta distruggendo il mondo”, il fotografo spiega che “c’è bisogno di una rivoluzione spirituale ed è su questo punto che mi ritrovo con il Papa”. “Penso a una evoluzione interiore: non si riuscirà a cambiare il mondo se non cambieremo gli uomini. Anche se non sono credente, anche se non credo in Dio, penso che esiste il bene e il male ed oggi viviamo nella banalità del male”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo