Natale: mons. Lorefice (Palermo), “troppi bambini affondati nel Mediterraneo, ci vergogniamo”

“Oggi è nato un bambino che porta sulle sue spalle il potere del perdono di Dio. Ecco la buona notizia del Natale. Dio ci ama a tal punto da aver voluto essere uno di noi. Custodiamo questo bambino e serviamolo in ogni bambino che viene al mondo nelle nostre case, nei nostri porti e nelle nostre spiagge”. Lo ha detto l’arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice, durante l’omelia della messa della notte di Natale in cattedrale. Citando le parole pronunciate da Papa Francesco nella sua visita a Betlemme nel 2014, il presule ha affermato che “quando i bambini sono amati, custoditi tutelati la famiglia è sana, la società è salva, il mondo è più umano”. “Purtroppo in questo mondo ci sono ancora tanti bambini che vivono in condizioni disumane – ha aggiunto l’arcivescovo -. Sono sfruttati, maltrattati, schiavizzati, oggetto di violenza e traffici illeciti. Troppi bambini sono profughi, rifugiati e a volte affondati nei mari, specialmente nelle acque del Mar Mediterrareo. Di tutto questo noi ci vergogniamo davanti a Dio. A Dio che si è fatto bambino oggi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori