Natale: mons. Boccardo (Spoleto-Norcia), “nella vita nulla va sprecato, nemmeno il tempo della malattia”

“Gesù che sta per nascere ci ricorda che nella vita nulla va sprecato, nemmeno il tempo della malattia dal quale potrebbero sbocciare frutti belli e mai pensati”. Lo ha detto ieri mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia, durante la messa che ha celebrato nell’ex ospedale di Trevi, che ospita la Struttura complessa di riabilitazione intensiva neuromotoria. Riflettendo sull’episodio dell’annunciazione, proposto dal Vangelo del giorno, mons. Boccardo si è rivolto direttamente ai pazienti della struttura. “Anche per voi che siete ricoverati qui, cari amici, la malattia è giunta improvvisa, sconvolgendo la vostra vita e quella dei vostri familiari – ha commentato –. Sicuramente vi sarete chiesti: perché a me? Come ne vengo fuori? Dinanzi a queste situazioni ci rendiamo conto della nostra piccolezza: siamo, infatti, convinti, di poter programmare e prevedere ogni cosa e invece la malattia improvvisa stravolge i nostri piani. Come Maria state sperimentando la paura e magari vi ribellate anche con Dio. È normale, non dovete aver timore di lottare con lui, di dirgli che state faticando a capire. Dio, che è padre misericordioso, ascolta le vostre suppliche e vi farà scorgere dei semi di fecondità per interpretare anche questo momento di dura prova”. L’arcivescovo di Spoleto-Norcia ha sottolineato che “nel dolore il credente non è solo: accanto ai familiari, ai medici, agli infermieri, ai volontari, c’è il Signore che condivide le nostre sofferenze. State certi, ciascuno di voi è presente dinanzi al volto misericordioso del Padre”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa