Censimento permanente: Istat, circa 1.250.000 famiglie hanno compilato il questionario, oltre il 92% di quelle coinvolte

Il primo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni ha fatto registrare “un ottimo risultato e una grande partecipazione dei cittadini”. Lo comunica l’Istat spiegando che al termine delle operazioni, fissato per ieri, 20 dicembre, circa 1.250.000 famiglie hanno compilato il questionario, oltre il 92% di quelle coinvolte. “La percentuale tenderà a crescere ancora un po’ al termine delle ultime verifiche”, precisa l’Istat in una nota.
“Innanzitutto un sentito grazie alle famiglie che hanno partecipato al Censimento permanente, fornendo informazioni preziose per conoscere il Paese, e a tutti i rilevatori che con professionalità e tenacia, e non senza criticità, sono riusciti a svolgere sul campo le operazioni necessarie alla buona riuscita del censimento”, dichiara il presidente facente funzione dell’Istat, Maurizio Franzini. “L’altissima percentuale di questionari compilati rappresenta il segnale tangibile della validità di questo nuovo censimento che già alla fine del prossimo anno fornirà i primi dati di questa tornata. L’Istat ha mostrato di essere in grado di rispondere in maniera puntuale alle richieste del Paese con un importante risparmio di risorse, stimabile in centinaia di milioni di euro”.
I prossimi “campioni” ad essere coinvolti sono quelli del Censimento permanente delle imprese e del Censimento permanente delle Istituzioni non profit che si svolgeranno nel 2019 oltre a quelli della seconda tornata del Censimento permanente della popolazione. A questi si aggiungono anche il Censimento Permanente delle Istituzioni pubbliche e il Censimento dell’agricoltura che cambierà dal 2021, dopo lo svolgimento nel 2020 dell’ultimo Censimento decennale del settore.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa