Tav: analisi costi-benefici non ancora pronta. Toninelli smentisce voci bocciatura

L’analisi costi-benefici relativa alla linea ferroviaria Tav Torino-Lione non è ancora stata completata. Lo dice il ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, che ha riposto così oggi alle indiscrezioni dell’agenzia Bloomberg relativamente alla conclusione dell’indagine con esito negativo per l’opera. “Di fronte alle indiscrezioni di stampa odierne, smentisco che sia stata completata l’analisi costi-benefici sul Tav Torino-Lione. Quando sarà effettivamente portata a termine e sarà stata condivisa con gli interlocutori interessati, sarà naturalmente pubblicata, in ossequio a quel principio di trasparenza che abbiamo sempre osservato”, ha spiegato in una nota Toninelli. Una precisazione che è andata di pari passo con quella di Mario Virano, direttore generale di Telt (la società italo-francese che sta realizzando il tunnel di base sotto la montagna), che ha invitato a essere “prudenti a inseguire dichiarazioni”. Secondo Bloomberg l’analisi costi-benefici boccerà il progetto, stabilendo che non è economicamente sostenibile. In serata, oltre a Toninelli e Virano, anche il governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino, ha chiesto di smettere “con questa insopportabile manfrina: la mano destra dice una cosa sulla Tav, un minuto dopo la mano sinistra la smentisce. Ora la Commissione, nata in modo non trasparente, sia trasparente e renda noti i risultati”.
Intanto domani il commissario di Governo in scadenza, Paolo Foietta, presenterà i risultati del lavoro dell’Osservatorio Torino-Lione in un incontro al quale prenderanno parte anche le 33 associazioni del sistema dell’economia e del lavoro di Torino e del Piemonte.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo