Diocesi: Trento, domenica la Giornata della carità. Don Bettega, “per non arrendersi all’indifferenza”

Domenica prossima si celebra in tutte le parrocchie trentine la Giornata diocesana della carità. “Chiamati a riconoscere i segni dei tempi” è il tema scelto quest’anno. “Abbiamo davanti – afferma don Cristiano Bettega, delegato dell’Area testimonianza della diocesi – una sfida gigantesca: educare o rieducare la nostra gente e quindi anche le nostre comunità cristiane ai valori della solidarietà”. “Come resistere – si interroga don Bettega nell’editoriale del settimanale diocesano ‘Vita Trentina’ – alla tentazione di arrendersi, di fronte ad una mentalità di indifferenza o di paura o addirittura di rifiuto dell’altro che trova spazio ovunque, dalle scuole ai posti di lavoro, dai banchi della politica fino anche – bisogna esserne consapevoli – ai banchi delle nostre chiese?”. “Le situazioni di emergenza – prosegue il sacerdote – affollano le nostre strade e le nostre case: da chi chiede una mano per andare avanti a chi non ha un tetto sotto cui ripararsi, da chi condivide la vita con la solitudine a chi la vita vorrebbe farla finire in anticipo, da chi ha perso il lavoro fino a chi ha perso la dignità, annegata tra dipendenze di ogni tipo”. A offrire risposte a questi bisogni ci prova la Caritas trentina, con le sue strutture centrali e la sua articolazione sul territorio. A sostegno di tale azione andranno raccolte domenica prossima. “La Giornata della carità – conclude don Bettega, guardando al Natale – è un appello fortissimo a prendere sul serio le parole dell’antico profeta: “Non temere, Sion, non lasciarti cadere le braccia! Il Signore, tuo Dio, in mezzo a te è un salvatore potente. Un salvatore che provoca ancora la collaborazione di ogni uomo e soprattutto di ogni credente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy