Diocesi: Gaeta, una domenica di fraternità con il Congo e un viaggio solidale in Senegal

“Avvento di fraternità” è lo slogan di un’iniziativa promossa dalla Caritas dell’arcidiocesi di Gaeta, in collaborazione con la Pastorale giovanile, per domenica 16 dicembre, a favore della Repubblica Democratica del Congo. In ogni parrocchia del territorio diocesano, saranno proposte attività di sensibilizzazione per bambini, giovani e adulti, attraverso dinamiche esperienziali e documenti video e non solo, sulla difficile realtà di quello che “nonostante tutte le sue ricchezze del sottosuolo resta uno dei paesi più poveri al mondo, al 176° posto su 188 per indice di sviluppo umano, dove 1 bambino su 10 muore prima di aver raggiunto i 5 anni” si legge in una nota diffusa dalla Caritas di Gaeta. Nel paese “si combatte da 20 anni una guerra con la complicità dell’occidente, che mette in pericolo la vita di milioni di persone – prosegue la nota – Lo stupro etnico è quotidianamente praticato come arma di guerra. La situazione è aggravata anche dall’epidemia di ebola”. L’impegno concreto della diocesi di Gaeta si concentra sul sostegno all’ospedale di Lukanga, nel nord Kivu, per la creazione di un padiglione di cure intensive, in collaborazione con la locale parrocchia di Santa Maria Regina della Pace. L’Avvento di fraternità è occasione inoltre, per la Caritas di Gaeta, per il lancio di un viaggio in Senegal nell’estate 2019, che si svolge a luglio per una durata di 15 giorni e promuove un percorso tra arte, pace e spiritualità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy