Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Attentato di Strasburgo, ucciso il killer. Brasile, ordinato l’arresto di Battisti

(Foto: AFP/SIR)

Attentato a Strasburgo: trovato e ucciso Cherif Chekatt, il killer dei mercatini di Natale

Dopo una fuga durata quasi due giorni, Cherif Chekatt, il 29enne che martedì ha seminato il terrore nel centro di Strasburgo, è stato rintracciato e ucciso ieri sera nel capoluogo dell’Alsazia al termine di un blitz delle forze dell’ordine nel quartiere di Neudorf, teatro nel pomeriggio di ieri di una lunga operazione degli agenti. Chekatt è stato intercettato e neutralizzato in rue du Lazaret, al civico 74. Prima di essere colpito mortalmente ha sparato contro le forze speciali di polizia. Una volta appresa la notizia dell’uccisione, diversi abitanti del quartiere sono scesi in strada e hanno manifestato la loro riconoscenza alle centinaia di agenti impegnati nell’operazione con applausi. In una conferenza stampa tenuta poco dopo la conclusione del blitz, il ministro dell’Interno francese, Christophe Castaner, si è detto “orgoglioso” delle forze dell’ordine. Con misure di sicurezza rafforzate e con orari ridotti rispetto a quelli in essere fino a tre giorni, riaprono oggi a Strasburgo, dalle 11, i mercatini di Natale, insanguinati nella serata di martedì dall’attacco del 29enne: il bilancio dell’attentato è di 3 morti e 3 persone gravemente ferite, tra cui il giovane giornalista radiofonico italiano Antonio Megalizzi. Nelle prossime ore verrà deciso se sottoporlo ad operazione chirurgica, opzione esclusa nei giorni scorsi. Altri tre feriti sono stati dimessi ieri dall’ospedale.

Brasile: Alta Corte chiede di arrestare Cesare Battisti per evitare il pericolo di fuga

Arrestare Cesare Battisti, l’ex terrorista dei Proletari armati per il comunismo (Pac) latitante da anni in Brasile, per evitare il pericolo di fuga. È stato Luis Fux, magistrato del supremo tribunale federale (Stf) brasiliano, ha revocato un provvedimento da lui stesso emesso ad ottobre e ha ordinato l’arresto con un mandato immediatamente esecutivo. Il cambio di rotta è motivata dal nuovo corso voluto dal presidente brasiliano Jair Bolsonaro, che ha promesso di consegnare all’Italia il terrorista. Potrebbe essere il primo passo per l’estradizione in Italia di Battisti, dov’è stato condannato all’ergastolo per quattro omicidi.

Manovra: a Bruxelles prosegue la trattativa, Conte incontra la Merkel

Prosegue nell’ambito del Consiglio europeo in corso a Bruxelles la trattativa per correggere la manovra economica italiana al fine di evitare l’avvio della procedura di infrazione. Ieri il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, ha ribadito che quella consegnata mercoledì a Juncker e alla Commissione Ue è “un’ottima proposta”. In mattinata, prima dell’inizio della seconda giornata del Consiglio europeo, il premier italiano incontrerà Angela Merkel. Conte punta a chiudere nel più breve tempo possibile l’intesa a livello europeo sulla manovra e anche per questo ha portato con se a Bruxelles il dossier “Un nuovo percorso per un futuro migliore”, che contiene le riforme che il Governo ha già varato e che intende fare. Il premier ha confermato che “a breve approveremo la legge di Bilancio, con il reddito di cittadinanza e la quota 100”. Ieri intanto la Camera dei deputati ha approvato in via definitiva il decreto fiscale mentre il Senato ha votato la fiducia alla legge anticorruzione. “Andiamo avanti – ha scritto Conte su Facebook –, rispettando gli impegni presi con gli italiani e lavorando costantemente per una soluzione positiva del dialogo con le istituzioni europee”.

Brexit: l’Ue si prepara all’uscita del Regno Unito senza intesa

Continua a non essere scongiurata una Brexit senza intesa. L’Unione europea, infatti, si prepara al “no deal” sull’uscita del Regno Unito e l’argomento sarà al centro dei lavori della seconda giornata del Consiglio europeo a Bruxelles. Ieri sera i 27 capi di Stato o di governo hanno confermato la validità dell’accordo politico raggiunto nel negoziato e sottoscritto a fine novembre nel Consiglio straordinario ma hanno lasciato spiragli a Theresa May, ribadendo di voler trovare il prima possibile un accordo di libero scambio per evitare il ritorno della frontiera tra Irlanda e Irlanda del Nord. Jean-Claude Juncker ha comunque annunciato che la Commissione Ue “pubblicherà il 19 dicembre tutte le informazioni generalmente utili che riguardano la preparazione di un ‘no-deal’. I preparativi sono pronti”.

Caso mense a Lodi: Comune condannato dal Tribunale di Milano, “discriminazione” verso bambini stranieri

Il Comune di Lodi è stato condannato dal Tribunale di Milano per il caso della mensa negata ai bambini stranieri. Il “Regolamento per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate” dovrà ora essere emendato al fine di consentire ai cittadini non appartenenti all’Unione europea di presentare la domanda per accedere alle prestazioni alle stesse condizioni degli italiani. Accolte quindi le istanze delle famiglie esplicitate nel ricorso presentato dall’Associazione studi giuridici sull’immigrazione (Asgi) e del Naga. Il Tribunale di Milano ha infatti accertato la “condotta discriminatoria del Comune di Lodi”, reo di aver introdotto “specifiche e più gravose procedure poste a carico dei cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea” nel regolamento comunale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa