Manovra: Conte, “non abbiamo nulla di cui scusarci”. “Nessun arretramento su reddito di cittadinanza e riforma Fornero”

Le misure su reddito di cittadinanza e riforma della legge Fornero (quota 100 per le pensioni) “rispettano pienamente il progetto riformatore sia per quanto riguarda il numero dei destinatari, sia per gli interventi messi a disposizione della platea dei destinatari, sia per i tempi”. “Verranno realizzate così come sono state concepite, programmate, annunciate” per cui “non c’è nessun arretramento su questo”. Lo ha confermato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, incontrando la stampa al termine del Consiglio europeo e dell’Eurosummit a Bruxelles. “Non abbiamo nulla di cui scusarci” verso i partner europei, ha affermato il premier, rivendicando che “abbiamo dimostrato una visione strategica e abbiamo intercettato una sensibilità sociale diffusa in Europa”. “Stiamo rispondendo a delle urgenze – ha proseguito – avvertite dai cittadini, anche in altri Paesi”. “L’Italia cambia rotta”, ha assicurato Conte, “è così ambiziosa che in questa fase vuole realizzare alcune riforme che in passato sono state solo annunciate e mai realizzate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa