Elezioni europee: p. Riggio (Aggiornamenti sociali), “occasione per un’inversione di marcia sostanziale”

“Le elezioni del maggio 2019 potrebbero essere l’occasione per realizzare un’inversione di marcia sostanziale, perché oggigiorno tanti temi dibattuti a livello nazionale toccano proprio l’Unione, il suo attuale assetto e le possibili evoluzioni”. Lo scrive padre Giuseppe Riggio nell’ultimo numero di Aggiornamenti sociali, a proposito delle prossime elezioni europee. “Vi è una consapevolezza diffusa che il progetto europeo ha bisogno di trovare una nuova definizione dopo gli eventi degli ultimi anni”, sostiene il gesuita, che cita la bocciatura della Costituzione a opera di Francia e Paesi Bassi, l’allargamento ai Paesi dell’Europa orientale e l’uscita del Regno Unito. P. Riggio afferma, dunque, che “i prossimi mesi potrebbero divenire una grande agorà a livello nazionale ed europeo per confrontarsi con queste visioni diverse sul presente e il futuro della Ue”. Con la consapevolezza che “grazie alle elezioni i cittadini dell’Unione potranno esprimersi su di esse, avendo alcune domande di riferimento: che cosa conosco dell’Unione europea? Che cosa apprezzo e che cosa vorrei cambiare? C’è un futuro per l’Unione e, se sì, quale?”. Domande necessarie, secondo p. Riggio, perché “la costruzione di una rinnovata credibilità europea passa anche attraverso questo canale democratico, che fa parte del Dna del nostro continente”. Una sola la condizione indicata. “È necessario che il confronto sia aperto e concreto sui temi principali in agenda”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa