Cop24: Guterres (Onu), “sarebbe un suicidio sprecare l’opportunità di Katowice”

(da New York) “Sprecare l’opportunità di Katowice comprometterebbe le nostre ultime possibilità di fermare la corsa del cambiamento climatico. Questo non sarebbe solo immorale, sarebbe un suicidio”. Antonio Guterres torna in Polonia a distanza di una settimana per sfidare gli oltre 100 leader governativi a trovare un consenso generale per invertire il trend di riscaldamento della Terra e aderire alle linee guida dell’Accordo di Parigi. Il capo delle Nazioni Unite si è detto rammaricato poiché “nonostante i progressi nei testi negoziali, molto resta da fare e le questioni politiche chiave rimangono irrisolte”, ha affermato Guterres, preoccupato che le azioni dei governi siano guidate più dal consenso che dalla responsabilità per il pianeta. “Stiamo finendo il tempo “, ha avvertito il segretario generale ricordando che i Paesi sviluppati avevano l’obbligo finanziario di sostenere gli sforzi dei paesi in via di sviluppo, come stabilito dalla Convenzione dell’Onu sui cambiamenti climatici (Unfccc). “È molto difficile spiegare a chi soffre degli effetti dei cambiamenti climatici che non siamo riusciti a trovare un supporto prevedibile per le azioni da intraprendere”, ha osservato. Pur favorevole ai vari annunci finanziari fatti al Cop24, il capo dell’Onu ha esortato le nazioni sviluppate a “aumentare i loro contributi per mobilitare congiuntamente 100 miliardi di dollari all’anno entro il 2020, come previsto a Parigi”, in modo da bilanciare le responsabilità “di tutti i Paesi”. Inoltre ha chiesto che si sviluppino un “insieme flessibile ma robusto di regole” per attuare l’Accordo di Parigi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa