Canada: preghiera in solidarietà con i popoli aborigeni, “giovani hanno bisogno di essere nutriti con i sogni e la saggezza dei loro anziani”

Si tiene oggi la Giornata nazionale di preghiera in solidarietà con i popoli aborigeni per la Chiesa in Canada. È una iniziativa del Consiglio indigeno cattolico del Canada che ha scelto per questa edizione il tema del recente Sinodo dei Vescovi sui giovani, fede e discernimento vocazionale e la sua relazione alla spiritualità aborigena tradizionale. “Per realizzare il loro potenziale, perché diventino profeti del futuro come Dio li vuole, i giovani hanno bisogno di essere nutriti con i sogni, la saggezza e l’amore dei loro anziani”, si legge nel messaggio diffuso per questa giornata che racconta una storia conosciuta tra le popolazioni autoctone. È quella dei “due lupi costantemente in guerra in ogni persona”, il lupo buono e il lupo cattivo. A vincere la guerra che ci portiamo dentro, spiega l’anziano al giovane che lo interroga, “è il lupo che noi nutriamo”. Di qui la necessità del legame tra le generazioni affinché i giovani siano “nutriti” dai “profeti che li hanno preceduti”. La Giornata nazionale di preghiera in solidarietà con i popoli autoctoni si celebra ogni anno il 12 dicembre, festa della beata Maria Vergine di Guadalupe, patrona delle Americhe, che apparve a un umile contadino indigeno, Juan Diego, nel 1531 in Messico.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa