Tertio Millennio Film Fest: domani l’apertura con “Zan” di Shinya Tsukamoto. In programma film inediti in Italia

Sarà “Zan” di Shinya Tsukamoto il film che aprirà domani la XXII edizione del Tertio Millennio Film Fest (11-15 dicembre), il festival del dialogo interreligioso organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo con il patrocinio del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, il Pontificio Consiglio della cultura e l’Ufficio comunicazioni sociali della Cei. La pellicola del maestro giapponese è in programma alle 20.30 al Cinema Trevi di Roma (Vicolo del Puttarello 25) e, spiegano gli organizzatori, è “un originalissimo apologo pacifista incentrato su un samurai con un ‘blocco’ assai particolare: non riesce a combattere”. Sotto la direzione artistica di Marina Sanna (vicedirettore della Rivista del Cinematografo) e di Gianluca Arnone (coordinatore editoriale della Fondazione Ente dello Spettacolo), Tertio Millennio Film Fest ha scelto come titolo e tema di quest’anno “I giorni della rivolta. Guerra, rivoluzione e riscatto”. In programma film tutti inediti in Italia, provenienti dal mondo. Nove in concorso (di cui tre prime mondiali, tre internazionali, due europee e una italiana), dieci tra opere prime e seconde, tre proiezioni evento in Vaticano, due grandi firme d’autore per l’apertura e la chiusura del festival (Shinya Tsukamoto e Olivier Assayas). “Le opere d’autore e di genere raccontano forme di resistenza in un tempo ostile, occasioni di riscatto, sconvolgimenti esistenziali e morali – proseguono gli organizzatori -, rapporti di convivenza difficili, esperienze di educazione tormentate o addirittura tragicamente fallite”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo