Diritti umani: Terracina (Pul), “sovranismo, nazionalismo, ritorno delle etnie sono stravolgimenti”

“Sovranismo, nazionalismo, ritorno delle etnie sono uno stravolgimento dei diritti umani”. Lo ha detto David Terracina, docente di diritto penale dell’economia alla Pontificia Università Lateranense, intervenendo al Convegno su “Diritti umani, giustizia di transizione e attività degli organismi internazionali”, promosso questo pomeriggio dall’ateneo in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani. “Il sovranismo, il nazionalismo e il ritorno delle etnie – ha spiegato il docente – implicano il riconoscimento dei diritti solo a persone che rientrano in determinate categorie”. “Il pericolo legato al diritto penale – ha spiegato Terracina – è non solo l’eccessiva criminalizzazione e punizione, ma anche il rischio di garantire l’impunità a soggetti individuati come responsabili di crimini particolarmente efferati”. Di qui la necessità di “mantenere un equilibrio tra il non punire con eccessivo rigore e l’individuazione delle responsabilità”. “Non condividere la pena individuale con la pena collettiva”, l’altro errore da evitare per il giurista, “nel bilanciare l’eccesso di pena e il risarcimento delle vittime”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo