Papa Francesco: ai pellegrini di Ugento e Molfetta, “chi si contrista rimane solo, sparla di tutti, ha il cuore triste”

foto SIR/Marco Calvarese

“È bello attendere la novità di Dio nella vita: non vivere di attese, che poi magari non si realizzano, ma vivere in attesa, cioè desiderare il Signore che sempre porta novità”. Lo ha detto Papa Francesco ai pellegrini delle diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca e di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, ricevuti in udienza stamani, nell’Aula Paolo VI, per ricambiare la visita del pontefice, il 20 aprile, nelle due diocesi, nel 25° della morte di don Tonino Bello. Ricordando l’ultimo “Ti voglio bene”, pronunciato dal vescovo di Molfetta, al termine della Messa Crismale, il Papa ha riproposto l’invito a “non contristarci”, perché “chi si contrista rimane solo, sparla di tutti, ha il cuore triste e vede solo problemi; chi invece mette il Signore prima dei problemi ritrova la gioia. Allora smette di piangersi addosso e, anziché contristarsi, incomincia a fare il contrario: consolare, aiutare”. E ancora: “Chi si contrista non ha amici, ha alleati, vede solo la parte oscura della vita”. Poi, da Francesco l’invito alla “gioia dell’attesa”: “È brutto essere morti in vita”. Nelle parole del Papa un’altra citazione di don Tonino Bello. Il riferimento è alla sua omelia della messa celebrata nella prima domenica di Avvento di trent’anni fa: “Notava che la vita è piena di paure. A questo scenario cupo, diceva che l’Avvento risponde con ‘il Vangelo dell’antipaura’. Perché mentre chi ha paura sta a terra, abbattuto, il Signore con la sua parola risolleva. Lo fa attraverso i ‘due verbi dell’antipaura, i due verbi dell’Avvento’: alzatevi e levate il capo”. “Se la paura fa stare a terra, il Signore invita ad alzarsi – ha concluso il Papa -; se le negatività spingono a guardare in basso, Gesù invita a volgere lo sguardo al cielo, da dove arriverà Lui. Perché non siamo figli della paura, ma figli di Dio; perché la paura si sconfigge vincendo con Gesù il ripiegamento su sé stessi: andando oltre”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy