G20: Macri (Argentina), “discussione sulla necessità che il commercio sia equo”

Rispondendo alle domande dei giornalisti Mauricio Macri, presidente dell’Argentina, in conferenza stampa è entrato nel vivo dei temi affrontati dal documento a conclusione del G20: sul punto del commercio il “principio di accordo” raggiunto sulla necessità di modernizzare il Wto e in particolare la necessità di “semplificare il meccanismo di soluzione delle dispute”; “nessun dubbio sul fatto che il commercio porti allo sviluppo, ma la discussione qui è stata sulla necessità che il commercio sia equo”; sul clima non cita Parigi ma parla di accordo sulla “necessità di accelerare il processo”, guardando alla Cop di Polonia come “opportunità” per “assicurarsi che gli obiettivi siano raggiunti”; accordo anche sulla necessità di “sostenere la trasformazione verso le energie rinnovabili”. Sul futuro di lavoro e istruzione: “ampio accordo sul fatto che siamo di fronte a una rivoluzione tecnologica” che “porterà alla inevitabile scomparsa di lavori che saranno sostituiti da nuovi” e che tutti dovremo “formarci continuamente”, che “non si può fermare la rivoluzione tecnologica” ma c’è bisogno di “introdurre le tecnologie nel modo in cui prepariamo e formiamo” i più giovani “perché si adattino a lavori che forse non esistono ancora”. L’accordo, invece, è stato “enorme” nelle parole di Macri sul tema dell’empowerment delle donne: “averle massicciamente a bordo” in tutti i settori “sosterrà lo sviluppo e la crescita”. Un altro ambito in cui si è fatto progresso è sul “riconoscimento dell’importanza delle infrastrutture fisiche e virtuali” come imprescindibili per lo “sviluppo, l’inclusione e la giustizia”. Macri ha poi parlato di consenso sulla “necessità di eliminare la corruzione”, sulla sostenibilità nella crescita della produzione di cibo e nella finanza, sul migliorare l’accesso alla sanità per sempre più persone. Nessuna risposta sui punti in cui non si è raggiunto il consenso e sul ragioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy