Diocesi: Civitavecchia, i pescatori donano pesce fresco per famiglie seguite dalla Comunità di Sant’Egidio

Le cooperative dei pescatori di Civitavecchia (Rm) doneranno ogni venerdì una cassetta di pesce fresco a testa alla Comunità di Sant’Egidio, che lo distribuirà a famiglie bisognose e persone con disagio mentale, ospiti nelle case delle convivenze protette gestite dalla Comunità nella cittadina del litorale laziale. L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale, attraverso l’assessorato alle Politiche sociali, e dell’Associazione amici del mare, ha visto nella prima giornata di prova, venerdì scorso, la donazione di 120 chilogrammi di pesce, in un progetto che mette insieme solidarietà e inclusione sociale. Massimo Magnano è responsabile della Comunità di Sant’Egidio a Civitavecchia: “Il pesce è un alimento prezioso, come fonte proteica e per le alte qualità nutrizionali che contiene, anche a livello di prevenzione e salute – spiega al Sir –. Purtroppo però è un alimento raro sulle tavole dei poveri. Poter mangiare pesce azzurro e di tante e buone qualità, come quello che è arrivato, è per loro molto importante”. Il progetto avvicina il mondo dei pescatori a persone con problemi di povertà e disagio mentale: ogni anno, almeno due volte, i pescatori e le loro famiglie incontreranno infatti i destinatari delle donazioni. “Una prima cena insieme c’è stata – aggiunge Magnano – ed è stata una bella occasione di scambio tra le persone che seguiamo e chi, come i pescatori, pur facendo una vita faticosa, vuole sentirsi utile per tutta la comunità cittadina”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy