Commissione Ue: previsioni economiche, “la domanda interna sostiene la crescita”. Bene gli investimenti

Bruxelles, 8 novembre: conferenza stampa del commissario Moscovici sulle Previsioni economiche

(Bruxelles) “La crescente incertezza a livello mondiale, le tensioni commerciali internazionali e l’aumento dei prezzi petroliferi incideranno negativamente sulla crescita in Europa”. Lo si legge nelle Previsioni economiche rese note oggi dalla Commissione Ue. “Dopo anni di crescita sostenuta dell’occupazione, la prospettiva di un rallentamento dei miglioramenti del mercato del lavoro e di un aumento dei vincoli sul fronte dell’offerta in alcuni Stati membri potrebbe intensificare tale effetto frenante”. Secondo gli esperti della Commissione “la crescita sarà sempre più spinta da motori interni: i consumi privati dovrebbero beneficiare della crescita salariale più forte e delle misure di bilancio attuate in alcuni Stati membri. Anche le condizioni di finanziamento e gli elevati tassi di utilizzo delle capacità dovrebbero continuare a favorire gli investimenti”. Per la prima volta dal 2007, “si prevede che gli investimenti aumenteranno in tutti gli Stati membri nel 2019”. Tenuto conto dell’insieme di questi fattori, il prodotto interno lordo di tutti gli Stati membri dovrebbe continuare a crescere, “anche se a un ritmo più lento e meno sostenuto di quanto previsto in estate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo