Azione Cattolica: un seminario su “Agenda Immigrazione” il 9 novembre a Roma

Rilanciare di fronte alla sfida posta dalle migrazioni, a partire dal magistero di Papa Francesco, un invito all’azione, sulla scia della Chiesa in uscita disegnata dal Pontefice e rimettere in circolo l’umanità, “unica risposta credibile che abbiamo per dare gambe alla globalizzazione della solidarietà cui tutti siamo chiamati”. Questo, spiegano i promotori, l’obiettivo del seminario “Agenda Immigrazione” che la presidenza nazionale dell’Azione Cattolica italiana e gli istituti “Vittorio Bachelet” e “Giuseppe Toniolo” organizzano il 9 novembre a Roma (Domus Mariae, via Aurelia 481 – ore 17). “L’ossessione della sicurezza e la nuova corsa alla fortificazione dei confini hanno progressivamente disumanizzato la politica del vecchio continente”, spiegano, mentre “la presenza migrante rischia di essere percepita solo in relazione all’apprezzabile contributo che porta con sé in termini economici”. Eppure “i migranti sono il volto tangibile della globalizzazione e possono essere strumento concreto per promuovere una nuova stagione di umanità e pace tra le nazioni”. Introdurranno i lavori il presidente nazionale Ac, Matteo Truffelli, e il presidente del Consiglio scientifico dell’Istituto Toniolo, Ugo Villani. In programma interventi di Francesco Cherubini (Luiss), del direttore del Consiglio italiano per i rifugiati (Cir), Mario Morcone, di Angelo Moretti (Caritas Benevento) e di padre Camillo Ripamonti, presidente del Centro Astalli di Roma. Le conclusioni sono affidate a Gian Candido De Martin, presidente del Consiglio scientifico dell’Istituto Bachelet.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa