Romero santo: Dicastero comunicazione e Signis, “un modello per tutti i comunicatori”. Incontri e mostre a Roma

Alla vigilia della canonizzazione dell’arcivescovo e martire salvadoregno Oscar Romero l’associazione cattolica Signis, in collaborazione con il Dicastero per la Comunicazione , invita giornalisti, operatori dei media, studenti di comunicazione a un momento di riflessione sulla figura di mons. Oscar Arnulfo Romero, scelto nel 2015 come proprio patrono, per il suo esempio nel dare la vita piuttosto che tacere di fronte alle ingiustizie, che lo rende modello coraggioso per tutti i  comunicatori. “Se agiamo come voce di chi non ha voce, può essere solo come parte di un processo di liberazione in cui loro guadagnano la propria voce e noi ci facciamo da parte ”, amava ripetere mons. Romero. La sua figura come comunicatore verrà esaminata sotto i due aspetti dell’essere voce di chi non ha voce e microfono di Dio. Il programma del 12 ottobre in Sala S. Pio X – dalle 16 alle 18 – include un ricevimento cui prenderanno parte Julian Filochowski, presidente del Centro Archbishop Romero Trust e Helen Osman, presidente di Signis, insieme al cardinale José Gregorio Rosa Chávez . Sono invitati a intervenire i padri sinodali, i rappresentanti del Dicastero, i membri di Signis presenti a Roma per la  canonizzazione. Per l’occasione verrà allestita anche una mostra delle prime pagine della stampa mondiale all’indomani dell’assassinio di Oscar Romero, avvenuto il 24 marzo del 1980. La Chiesa lo porta all’onore degli altari il prossimo 14 ottobre, nello stesso giorno in cui verrà proclamato santo Papa Montini. Nel beato Romero si ravvisa una reale continuità con Paolo VI sulla linea della Populorum Progressio , e nella ventata di apertura nella Chiesa che affonda le radici nel Concilio Vaticano II. Nello spirito di Romero Comunicatore , e grazie alla presenza a Roma di comunicatori da tutto il mondo, il giorno seguente, sabato 13 ottobre, nella stessa sala si svolgerà una conferenza internazionale sul Giornalismo di Pace, promossa dal Dicastero per la Comunicazione insieme al Dicastero per lo sviluppo umano integrale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo