Diocesi: Treviso, da domani Settimana sociale dei cattolici sulle orme del beato Toniolo

“Partecipare” è il titolo scelto per la 32ª Settimana sociale dei cattolici trevigiani, che si apre domani a Treviso. Un verbo che rappresenta la sintesi del pensiero e dell’azione del beato Giuseppe Toniolo, di cui si celebra in questi giorni il centenario della morte. Un verbo che è anche un invito, rivolto ai cattolici e a tutti coloro che si sentono chiamati a contribuire alla vita della società, attraverso vari tipi di impegno: associativo, economico, sindacale, politico, culturale, nel volontariato. La Settimana sociale metterà insieme vari ambiti (la storia, il lavoro, l’economia, la pace, la società e la politica), uniti appunto dal verbo “Partecipare”. Quattro le serate in programma (mercoledì 10, venerdì 12, lunedì 15 e martedì 16 ottobre, ore 20.30 auditorium S. Pio X). La Settimana sociale dei cattolici trevigiani è promossa dal settimanale diocesano “La Vita del popolo”, dall’Azione cattolica della diocesi di Treviso, dall’Istituto Toniolo, dall’Ufficio di pastorale sociale, giustizia, pace e salvaguardia del creato, con la collaborazione dell’associazione “Partecipare il presente”. A questi soggetti si aggiunge quest’anno il Comitato nazionale per il centenario di Toniolo. Ad aprire i lavori della Settimana, sarà domani sera Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio e docente di storia contemporanea all’Università di Roma Tre, che rifletterà sul tema “Partecipare la storia”. Venerdì 12 ottobre il focus sarà su “Partecipare il lavoro e l’impresa”, con la presentazione di esperienze di alternanza scuola-lavoro. Lunedì 15 ottobre spazio invece al monologo teatrale (a ingresso gratuito) sulla “Pacem in terris”. “Partecipare la società” sarà il tema della quarta giornata, martedì 16 ottobre, durante la quale, con il filosofo Antonio Maria Baggio, si parlerà in particolare di democrazia e populismi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo