Diocesi: Caritas Vittorio Veneto, alla Casa dello studente torna la mostra interattiva “In fuga dalla Siria”

Torna alla Casa dello studente di Vittorio Veneto “In fuga dalla Siria”, la mostra interattiva, proposta dalla Caritas diocesana, che permette di mettersi nei panni di un uomo, una donna o un bambino in fuga dalla Siria. “Indossando vestiti logori, e immedesimandosi in personaggi molto simili a migliaia di profughi in carne ed ossa – si legge in una nota -, chi partecipa trova nel salone della Casa dello studente cartelloni che mettono di fronte alle scelte concrete che migliaia se non milioni di profughi hanno dovuto affrontare: Egitto o Turchia? Viaggio con scafisti o in solitaria? Prima di tutto la sopravvivenza dei figli o la propria? Consegno i miei risparmi a questa persona che promette di aiutarmi o a un’altra? Di cartellone in cartellone, e di scelta in scelta, si trascorre un’ora e mezzo di mostra/gioco senza necessariamente arrivare al lieto fine. Ma comunque arrivando a guardare con occhi diversi i profughi che a fuggire ce l’hanno fatta e sono arrivati in Europa, in Italia”.
Anche questo, infatti, è l’obiettivo di “In fuga dalla Siria”, progetto realizzato dal Coordinamento Granello di Senapa della Diocesi di Reggio Emilia ed ospitato nuovamente dalla Caritas diocesana di Vittorio Veneto, dopo il successo riscosso dalla mostra lo scorso inverno. È
possibile partecipare a “In fuga dalla Siria” da singoli, ma è consigliato farlo in gruppi ed è particolarmente suggerita a classi di terza,quarta e quinta superiore. La Casa dello Studente è in via Fogazzaro, in pieno centro di Vittorio Veneto. Info: www.caritasvittorioveneto.it

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo