Diocesi: Caritas Bolzano-Bressanone, il 10 novembre raccolta di indumenti usati per aiutare le persone bisognose

Fare del bene grazie ai vestiti usati accumulati negli armadi. Per chi volesse provare a farlo basterà partecipare alla grande raccolta degli indumenti usati che la Caritas organizza quest’anno il 10 novembre. Vestiti usati, scarpe, borse e materiali tessili saranno infatti raccolti in tutte le parrocchie altoatesine. Circa 3.000 volontari daranno il proprio contributo nell’organizzazione della raccolta. Alcuni tra loro sono già attivi nei preparativi, in attesa di caricare a novembre centinaia di tonnellate di vestiti usati. “Gli indumenti – spiega una nota della Caritas – saranno rivenduti al mercato dei vestiti usati perché la quantità raccolta supera di molto il bisogno della nostra provincia. I vestiti usati aiuteranno comunque, in modo concreto, le persone in stato di bisogno che vivono in Alto Adige: il ricavato andrà, infatti, a sostenere il servizio per il volontariato, il servizio Hospice, la Consulenza debitori e il fondo di solidarietà per le persone bisognose”. “I vostri indumenti usati donati diventano così un dono in denaro che servirà per sostenere in Alto Adige persone bisognose di aiuto e assistenza”, sottolinea il direttore della Caritas, Paolo Valente. I sacchi gialli della Caritas saranno disponibili da metà settembre in tutte le parrocchie altoatesine.
In questi giorni, i volontari, si occupano della distribuzione di 400.000 sacchi gialli della Caritas che da inizio settembre sono disponibili presso i vari servizi della Caritas, le parrocchie e alcuni esercizi commerciali. Saranno aperti diversi punti di raccolta, altrove i sacchetti gialli verranno raccolti dalla strada. “Avremo bisogno di tutti. Senza la preziosa collaborazione dei volontari, e di chi donerà i propri indumenti, la raccolta sarebbe semplicemente impossibile” spiega la coordinatrice della raccolta degli indumenti usati Brigitte Hofmann, responsabile del servizio Caritas&Comunità.
Gli indumenti consegnati durante la grande raccolta saranno affidati alla ditta Fws di Brema. Saranno smistati secondo la qualità e venduti sul mercato mondiale dei vestiti usati. “Chi preferisse donare i propri vestiti usati direttamente a persone bisognose dell’Alto Adige, lo può fare consegnando gli indumenti ai numerosi luoghi di raccolta gestiti spesso dai gruppi parrocchiali della Caritas”, conclude Valente. Info: www.caritas.bz.it

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo