Rivista del cinematografo: sul numero di novembre in esclusiva il ritorno di Pinocchio

C’è Piniocchio, con i suoi fili da burattino e lo spirito umano, sulla copertina di novembre della Rivista del Cinematografo. Cuore, anima e macchina prendono forma attraverso l’illustrazione di Antonio Zeoli. Il tutto in attesa di Garrone e Del Toro. A firmare alcuni degli articoli sono Silvio Danese, critico cinematografico, Maurizio Crippa, vicedirettore de Il Foglio ed esperto di storia del cinema e la scrittrice Nadia Terranova.
“Come grande romanzo il libro di Collodi si attua proprio facendo paura, destabilizzando, ribaltando a ogni capitolo ogni approdo lieto. E tuttavia, qualcosa di immediatamente sconcertante e popolare si è imposto nella divulgazione della simbologia del capolavoro”, scrive Silvio Danese. Maurizio Crippa si interroga su “Quanti elementi naturali e mitologici, trasformati in personaggi di favola, ci sono dentro a Pinocchio. Vegetali e animali. Ma più che altro animali: ce n’è almeno uno in ogni capitolo delle Avventure, ognuno è un amico, un nemico mortale o un buon suggeritore sull’altalena tra il Bene e il Male”. La scrittrice Nadia Terranova alla seconda lettura: “Mi innamorai, allora sì. Ero pronta, fresca di studi di filosofia: le avventure del burattino erano ormai uno scrigno di simboli di cui avevo trovato la chiave, piansi e risi e mi incaponii a cercare fili segreti, e andai in cerca delle storie che lo circondavano”.
Sul numero di novembre spazio anche agli venti cinematografici e ai film che vedremo prossimamente sul grande schermo. Si parla della Festa del Cinema di Roma, appena conclusa, e del Torino Film festival, ormai alle porte. Mentre al cinema tornano i robot, con le avventure di Bumblebee, lo spin off della saga dei Transformers, e le Macchine Infernali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa