Maltempo: mons. Crociata (Latina) “è il momento della preghiera e della solidarietà”

Il vescovo della diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno, mons. Mariano Crociata, ha inviato un messaggio a parroci, fedeli e a tutta la cittadinanza di Terracina e Sezze, i comuni della diocesi rimasti più colpiti dall’ondata di maltempo di ieri. “Desidero fare giungere a voi, pastori, religiosi e fedeli delle comunità parrocchiali di Terracina e di Sezze, e attraverso di voi a tutti i cittadini, la mia vicinanza e il mio affetto in questo momento in cui si sta ancora facendo la conta dei danni provocati dalla tromba d’aria che si è abbattuta ieri sul nostro territorio” scrive mons. Crociata. “Il primo pensiero va a Nunzio Cervoni, di Terracina, che ha perduto la vita e ai suoi cari, ai feriti e poi a quanti sono stati costretti ad abbandonare la loro casa, tra i quali anche alcuni preti e alcune suore”. Tra le strutture più danneggiate, infatti, vi è la concattedrale di Santa Maria, a Sezze (Lt), dove il tetto della casa canonica è stato scoperchiato e le sale parrocchiali sono rimaste gravemente danneggiate. “È il momento del primo soccorso e degli interventi urgenti, ma anche il momento della preghiera e della solidarietà. Prepariamoci a intraprendere tutti gli sforzi necessari per riparare i danni, sotto la guida delle istituzioni preposte, così da ritornare al più presto alla vita ordinaria. È questo il mio auspicio e la mia preghiera”, conclude il vescovo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa